NEWSSalute e benessere

ALLARME ONU, arriva El Niño

L’ONU ha lanciato l’allarme per una stagione a dir poco ROVENTE

E’ di qualche ora fa la NEWS della previsione illustrata a Ginevra dall’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo)

Pertanto il Pianeta , ovvero noi, dobbiamo prepararci alla calda corrente di El Niño che quest’anno farà aumentare le temperature a livelli record.

Mntre il capo del Wmo Petteri Taalas ha dichiarato:

Lo sviluppo di un El Niño porterà molto probabilmente a un nuovo picco nel riscaldamento globale e aumenterà la possibilità di battere i record di temperatura

Alcune stime da parte dellOnu

Il gruppo ha poi esposto alcune previsioni sul fenomeno con percentuali di possibilità molto precise, pur chiamandole !previsioni”, ovvio! Bene si prevede appunto che tale evento meteorologico si possa intensificare in questa sequenza, secondo cui il 60% di possibilità che il fenomeno si formi nel periodo maggio-luglio 2023, il 70% tra giugno e agosto e l’80% tra luglio e settembre. E l’Italia? sembrerebbe non far parte della previsione ma, l”ONU è molto chiara in merito. E sottolinea che questo è solo un primo evento che interesserà gran parte del mondo. Pertanto é auspicabile che ogni Nazione o Paese del mondo di adoperi per adottare sistemi di allarme tempestivi per gli eventi eccezionali

Un quadro davvero rovente per restar in tema meteo. Anche se adesso sembra impossibile viste le temperature e le piogge di questi giorni..

Il fenomeno El Niño e l’allarme ONU

El Niño è un fenomeno climatico di riscaldamento del Pacifico tropicale centrale e orientale, fino alle coste di Perù ed Ecuador. Si ripete con intervalli da 2 a 7 anni e dura da 9 a 12 mesi. Porta ondate di caloresiccità e alluvioni in varie parti del mondo.

Articoli correlati

Montoro, consiglio comunale burrascoso in vista oggi

Redazione Inveritas

Incontro tra De Luca e Meloni sulla “riqualificazione e rinascita” di Caivano

Redazione Inveritas

La Protezione Civile Campania emana un nuovo allerta meteo gialla dalle 14 alle 21 di oggi

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto