Avellino e provinciaCultura e spettacoloEventi

La Polizia di Stato ha incontrato gli studenti dell’istituto F. Tedesco di Avellino

Nell’ambito delle molteplici iniziative basate sulla diffusione della cultura della legalità nel mondo scolastico, finalizzate ad educare i giovani studenti alla consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile, gli Agenti di Polizia della Questura di Avellino hanno dato luogo a un incontro con gli studenti della scuola secondaria di primo grado dell’ I.C. “San Tommaso – Francesco Tedesco” di Avellino, guidati dalla Dirigente Scolastica Dr.ssa Carmela Satalino . Nel corso del consesso, fortemente richiesto dai giovani alunni, dal titolo “Il nostro viaggio nella legalità – Generi diversi … stessi diritti IM-PARI-AMO.A SCUOLA” gli allievi oltre ad offrire il proprio contributo strumentale a seguito di un percorso musicale avviato nell’ambito curriculare,  hanno esibito i lavori realizzati per la sesta edizione del progetto/concorso  “PretenDiamo legalità”, confermando la proficua collaborazione tra l’istituzione scolastica e la Polizia di Stato. Il personale della Divisione di Polizia Anticrimine ha colto l’invito per svolgere un’importante campagna di sensibilizzazione e informazione, finalizzata al contrasto di ogni forma di violenza, indirizzando gli adolescenti su strade che conducono alla cultura della legalità.    

Con l’occasione l’Isp. Velia Giorgione, responsabile della Sezione Investigativa Minori e Vittime Vulnerabili, ha   illustrato le fattispecie di reato che vedono coinvolti i teenager: dal bullismo al cyberbullismo, dal reverenge porn all’adescamento sul web, fornendo altresì i possibili strumenti per contrastare tale fenomeno, in particolare l’ammonimento per cyberbullismo. I presenti sono stati sensibilizzati, inoltre, dall’Isp. Alessandra Iandoli, Responsabile della Sezione Operativa Sicurezza Cibernetica – Polizia Postale Avellino, ad  una più adeguata forma di educazione digitale, volta al consapevole utilizzo del web e dei dispositivi elettronici in dotazione dei minori. A sostegno dell’azione preventiva illustrata sono stati offerti contributi dalla Dr.ssa Marianna Mazza, Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Avellino, che ha sensibilizzato i ragazzi alla cultura del rispetto e dalla Dr.ssa Marianna Famiglietti, psicologa e psicoterapeuta, che, attraverso le competenze di settore,  ha fornito una semplice ma esaustiva consulenza in merito alla diversità di genere. 

Durante l’incontro sono stati distribuiti agli studenti sia un pieghevole informativo che un segnalibro, realizzati dal Servizio Centrale Anticrimine in collaborazione con il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni della Direzione Centrale, in cui sono sintetizzate le indicazioni e i preziosi consigli da seguire in caso di necessità. Gli alunni e il corpo docente,  presenti all’evento,  hanno mostrato vivo entusiasmo,  partecipazione ed interesse per l’iniziativa e hanno approfondito le tematiche della brochure informativa  con interventi e riflessioni personali nella consapevolezza che i temi affrontati amplificano e  rafforzano il senso di legalità, il legame e la vicinanza con le istituzioni, laddove la scuola, la famiglia e la Polizia di Stato creano i giusti presupposti per la definizione di una “rete” indispensabile per la giusta crescita dell’individuo.

Articoli correlati

Perseguita la sua ex e la figlia di lei, scattato il divieto di avvicinamento

Redazione Inveritas

Baronissi: domani il taglio del nastro per il largo che ricorderà Fulvio Pazzi

Redazione Inveritas

Applicavano tassi usurai annui fino al 132%, scattano 3 misure cautelari

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto