Salerno e provinciaSalute e benessere

ASL Salerno ai raggi X del Nursind Salerno l’atto aziendale, criticità e positività

doctor during surgery

Il Nursind Salerno esprime il proprio giudizio sull’atto aziendale presentato dall’Asl Salerno, evidenziando sia i punti positivi che le criticità emerse dall’analisi del documento.
“Innanzitutto, riconosciamo lo sforzo e l’impegno profuso nella realizzazione di questo importante strumento di governo aziendale, augurandoci che produca risultati tangibili nel miglioramento del sistema sanitario locale, tanto atteso dalla popolazione della provincia di Salerno”, ha detto il segretario generale del Nursind provinciale, Biagio Tomasco. “Tuttavia, non possiamo ignorare le lacune individuate nell’atto. In particolare, sottolineiamo la necessità di una maggiore normazione e coordinamento delle nuove realtà proposte, affinché l’obiettivo di rafforzare la sinergia tra ospedale e territorio possa essere pienamente raggiunto. Senza una struttura adeguata a intercettare i bisogni di salute e a realizzare una rete integrata ospedale-territorio, i benefici auspicati potrebbero non concretizzarsi”.

Secondo il Nursind provinciale, dunque, la distribuzione dei posti letto per riabilitazione/lungodegenza presenterebbe discrepanze significative tra le diverse aree della provincia, rischiando di saturare rapidamente l’offerta pubblica senza risolvere il problema del sovraffollamento dei Pronto soccorso e dei posti letto acuti. “È necessario rivedere le convenzioni con la sanità privata per evitare duplicazioni che possano gravare sulle casse aziendali. Accogliamo con favore l’istituzione di strutture come le case della comunità e gli ospedali di comunità, ma solleviamo dubbi sull’iter attuativo e sull’immissione in ruolo delle figure professionali necessarie per il loro funzionamento”, ha continuato Tomasco. “Altrettanta attenzione viene riservata alla valorizzazione delle professioni sanitarie e all’istituzione di un Dipartimento delle professioni sanitarie, indispensabile per una reale integrazione multidisciplinare. Infine, ci preoccupano le modifiche alla rete ospedaliera, con depotenziamenti che potrebbero compromettere l’efficienza e l’accessibilità dei servizi sanitari in alcuni territori”.
La segreteria del Nursind Salerno, dunque, si impegna a vigilare sull’attuazione dell’atto aziendale e a collaborare con le istituzioni per garantire un sistema sanitario efficiente ed equo per tutti i cittadini della provincia di Salerno.

Articoli correlati

Bosco sequestrato per taglio irregolari

Redazione Inveritas

Condanna del dottore Carlo Iannece: la solidarietà del professore Mario Polichetti al primario della Breast Unit dell’ospedale Moscati di Avellino

Alberto De Stefano

Aggradisce la moglie, arrestato

Redazione Inveritas

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto