Avellino e provinciaCronacaNEWS

Assolto imprenditore che era accusato di dichiarazione fraudolenta attraverso fatture per operazioni inesistenti

Il Tribunale di Avellino ha assolto per la seconda volta un imprenditore di Solofra perché il fatto non costituisce reato. L’imputato, difeso dall’avvocato Rosaria Vietri, era accusato di dichiarazione fraudolenta. Il presunto reato ipotizzava l’uso di fatture per operazioni inesistenti al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, mediante indicazione in una delle dichiarazioni annuali relative a tali imposte di elementi passivi fittizi. Dall’istruttoria è emerso che le prestazioni oggetto delle fatture incriminate erano state effettuate ma tra soggetti differenti rispetto a quelli indicati in fattura, per cui la contestazione mossa in sede di accertamento veniva riqualificata in operazioni da ‘oggettivamente’ a ‘soggettivamente’ inesistenti. Per quanto concerne questo tipo di reati, infatti, occorre la prova dell’effettiva consapevolezza della frode commessa dal fornitore e, in questo caso, non c’era la volontà di emettere o di utilizzare fatture per operazioni inesistenti idonee a frodare il Fisco.

Articoli correlati

Ossessionato da una donna la molesta e non contento la aggredisce, scattano i domiciliari

Redazione Inveritas

Ruba auto, arrestato

Redazione Inveritas

Il sindaco di Montoro Giaquinto omaggia l’ex primo cittadino Gennaro Montone con la coccarda – VIDEO

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto