Avellino e provinciaCampaniaNEWSSalerno e provincia

Trasporto pubblico: la valle dell’Irno merita più attenzione e non le briciole di qualche Masterplan

La valle dell’Irno potrebbe beneficiare, se pur in minima parte, di alcuni progetti che si andranno a realizzare nel masterplan dell’Agro Sarnese Nocerino. Nello specifico si tratterebbe del segmento che riguarderà il fronte trasporti pubblici. A sostenerlo è stato il presidente della regione Vincenzo De Luca. Il governatore ha spiegato questa opportunità anche durante il suo incontro a Baronissi avvenuto nei giorni scorsi quando è stato tagliato il nastro del cantiere per la viabilità. L’intento sarebbe quello di potenziare il trasporto ferroviario da Codola all’Università degli studi, ovvero fino a Fisciano e Baronissi. Altro potenziamento dovrebbe avvenire attraverso il rafforzamento della linea ferroviaria che collega con Salerno. In pratica la linea, ove oggi sono in corso lavori, dovrebbe diventare una vera e propria metropolitana. Il  Masterplan è certamente un ottimo strumento per rafforzare sinergie e dare occasioni di crescita al territorio campano. Ma quello di cui parla il governatore riguarda comuni che toccano veramente in modo marginale la valle dell’Irno. Ne fanno parte infatti i comuni di: Angri, Castel San Giorgio, Corbara, Nocera  Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Roccapiemonte, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Sant’Egidio Monte Albino, Sarno, Scafati, Siano. Per loro ci saranno nei prossimi anni progetti che riguardano: la rigenerazione ambientale con riduzione del rischio idrogeologico; il recupero e la nuova funzionalizzazione delle reti per il trasporto, nell’ottica di una valorizzazione delle aree ZES; la riqualificazione e l’innovazione dell’apparato produttivo e della filiera agricola; la rigenerazione urbana, per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale e naturalistico; il potenziamento delle politiche per la riduzione del disagio sociale, e per favorire azioni di sicurezza e legalità; il rafforzamento e l’innovazione del sistema amministrativo. Una bella occasione per loro, non certo per la valle dell’Irno tutta. Valle che meriterebbe ben altra attenzione come sostenuto da più parti politiche, comprese quelle che appoggiano la linea del presidente De Luca.

Articoli correlati

MARZANO SUL SARNO: MALTRATTA I GENITORI. ARRESTATO
DAI CARABINIERI

Redazione Inveritas

Parco Archeologico Paestum: Concerto della Fanfara dei carabinieri per la ricerca oncologica pediatrica

Redazione Inveritas

Solofra: il convento Santa Teresa ospiterà i corsi dell’Università di Salerno

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto