Avellino e provinciaNEWSSport

L’ Avellino si arrende anche alla Fidelis Andria; una agonia senza fine

Non era una passeggiata e lo si sapeva ma dall’Avellino ci si aspettava una prova di orgoglio che non c’è stata. Il primo tempo è stato scialbo anche se l’occasione vera per passare in vantaggio è stata dell’Avellino: un tiro di destro Di Gaudio parato da Savini. Anche all’11’ della ripresa i lupi ci provano e sempre con Di Gaudio che crossa per D’Angelo che la gira in porta. Nulla da fare. Al 24′ è la Fidelis a farsi pericolosa con una punizione di Castellano, Ekuban non la gira in porta però. Pochi minuti dopo Tito crossa dalla sinistra per Marconi che di testa spedisce il pallone a pochi centimetri dal palo. Tre minuti ed arriva il goal di vantaggio della Fidelis grazie ad un tiro di Candellori che viene deviato da Dalmazzi. Il pallone colpisce Tito e spiazza così Pane. Al 41’ le speranze di agguantare il pareggio spariscono perché D’Angelo perde la testa facendo espellere per una entrata incredibile, a metà campo quasi, su Ekuban, colpito in pratica di spalle. Rosso sacrosanto. Assalto finale inutile. Finisce con una nuova sconfitta per i bianco verdi di Rastrelli. E l’agonia non finisce qui. .Nemmeno sul campo dell’ultima in classifica la squadra di Rastelli riesce a tirare fuori un briciolo d’orgoglio. La risolve Dalmazzi a 15 minuti dal termine inguaiando i biancoverdi che ora sono costretti a centrare almeno il pareggio contro il Monterosi per evitare gli spareggi retrocessione. Assurdo finale di stagione per i lupi.

Tabellino

Fidelis Andria-Avellino 1-0

FIDELIS ANDRIA (4-3-3): Savini; Ciotti, Dalmazzi, Borg (39′ st Delvino), Candellori; Costa Ferreira (13′ st Castellano), Marino (39′ st Djibril), Paolini; Micovschi (39′ st Salandria), Ventola (13′ st Ekuban), Bolsius. A disp.: Castiglione, Vandelli, Finizio, Arrigoni, Orfei, Pastorini, De Franco, Grosso, Pavone, Alba. All.: Cudini.

AVELLINO (4-3-1-2): Pane; Rizzo, Auriletto, Sottini, Tito (36′ st Gambale); Dall’Oglio (17′ st Maisto), Matera (17′ st Mazzocco), D’Angelo; Di Gaudio; Tounkara (30′ st Trotta), Marconi. A disp.: Marcone, Pizzella, Garetto, Benedetti, Ricciardi, Perrone, Moretti. All.: Rastelli.

ARBITRO: Tremolada di Monza.

MARCATORE: 30′ st Dalmazzi.

Espulso al 41′ st D’Angelo per gioco falloso

Ammoniti: Dall’Oglio (A), Bolsius (FA), Matera (A), Tito (A), Costa Ferreira (FA), Auriletto (A). Angoli: 5-3

Articoli correlati

Truffe informatiche con metodo “phishing”: i Carabinieri della Compagnia di Montella denunciano due persone

Redazione Inveritas

Massimo Rastelli sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra, il comunicato ufficiale

Redazione Inveritas

150 studenti di Montecorice, Albanella, Serre e Castelcivita a lezione con i carabinieri su salvaguardia dell’ambiente, bullismo e cyber bullismo. Ricordato anche Fortunato Arena il carabiniere ucciso in un agguato

Pietro Montone

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto