Avellino e provinciaCucinaRubrica della Pasqua

Pastiera lievitata. Tradizione rivisitata da Raffaele Vignola

Il celebre Pastry chef della pasticceria irpina Vignola di Solofra, quest’anno propone una ricetta semplice, ma al tempo stesso alternativa e altrettanto gustosa del tipico dolce pasquale

Pastiera e Colomba, due dolci protagoniste in grado di unire Nord e Sud all’insegna della qualità nell’imminenza delle festività pasquali. Vignola è riuscito a fonderle in un suo grande lievitato. Il segreto per una colomba perfetta? Ingredienti di qualità e tanta pazienza è questa il mantra della colomba lievitata di Raffaele Vignola, all’opera nel laboratorio che, trattandosi di Raffaele è una sorgente di idee.

Raffaele da anni cerca di portare il territorio irpino nelle sue dolci creazioni, rivisitando la tradizione ma mai stravolgendola. Quindi una ricetta semplice e per niente scontata perché quest’anno è proposta anche in edizione limitata “Lievitata”.

La colomba lievitata di Raffaele Vignola

“Seleziono personalmente ogni singolo ingrediente – afferma Vignola – perché la qualità di ogni elemento crea l’insieme perfetto, in più c’è il nostro lievito madre e 36 ore di lenta lievitazione”. Ricordiamo gli ingredienti base per una pastiera? –“Si certo, sono solo 7  ricotta fresca – grano cotto – di zucchero – uova  – Scorza di limone grattugiata – Aroma di fiori d’arancio – Pasta frolla

 La pastiera Lievitata della Pasticceria Vignola, 100% made in Irpinia è davvero un’esplosione di fragranza e differisce dalla classica pastiera solo nelle consistenze ma davvero nel mangiarla ha tutto del grande dolce partenopeo. Dolche che anni fa ovviamente Raffaele ha dato natali della sua amata Irpinia, come? Impiegando nella sua realizzazione solo materie prime della sua terra a partire dalla canditura degli agrumi che lui esegue personalmente.

Maestro come riesce a realizzare tutto ciò? – “Innanzitutto, e questo mi aiuta a scaglionare la produzione. Poi seguiamo la stagionalità, a Natale produciamo i panettoni, poi i cioccolatini per San Valentino a febbraio e ora la Colomba di Pasqua. Mi piace poter dare ai clienti la possibilità di continuare una sorta di viaggio esperienziale attraverso le mie creazioni”. È riuscito a ricreare la colomba anche nell’aspetto visivo infatti la glassa è sostituita dalle tradizionali losanghe trasversali della pastiera. Ricordiamo ai lettori che è stato insignito da Gambero Rosso quale migliore colomba tradizionale d’Italia 2021.

Buona Pasqua all’insegna della Tradizione e qualità. Se ti è piaciuto questo articolo seguici e clicca qui

Articoli correlati

Stop al Superbonus: infuria la polemica

Pietro Montone

Festa della ciliegia a Montoro, ecco il programma

Redazione Inveritas

Ferito in casa da un colpo di fucile, indagano i carabinieri

Pietro Montone

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto