Avellino e provinciaCronaca

Ricercato da circa 7 anni, arrestato dalla polizia

Disposti dalla Questura di Avellino, su Ariano Irpino, Grottaminarda e Montefalcione, sono proseguiti i servizi straordinari “Alto impatto” a seguito di determinazione assunta in sede di riunione di coordinamento delle Forze di Polizia, presieduto dal Prefetto dr.ssa Spena. Nelle operazioni, pianificate per le giornate del 19, 20 e 21 c.m. e finalizzate alla prevenzione generale dei reati, con particolare riguardo a quelli a carattere predatorio e, in special modo, i furti in abitazione, sono state impiegate  unità dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e  del Commissariato di P.S. di Ariano Irpino, nonché pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Napoli. Numerosi i controlli eseguiti di persone e veicoli, in particolare nelle zone periferiche non urbanizzate, ma con insediamenti di unità residenziali isolate, obiettivo talvolta di incursioni predatorie. Eseguiti controlli presso le abitazioni o i luoghi di lavoro per verificare il rispetto da parte di soggetti sottoposti a misure delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza (persone sottoposte agli arresti domiciliari o ad altre misure, quali la libertà vigilata, l’affidamento in prova ai servizi sociali, la sorveglianza speciale, ecc.).

A Grottaminarda, nei pressi del cimitero e poco distante dal casello autostradale dell’ A16, veniva localizzato e catturato un cittadino albanese ricercato, destinatario di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa nel novembre 2016 dal G.I.P. di Santa Maria Capua Vetere (CE).

Il predetto era ritenuto a capo di un sodalizio criminale, con compiti organizzativi e logistici, dedito allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione, reati commessi in concorso con altre persone nel 2015 nelle Provincie di Napoli e Caserta. L’arrestato veniva identificato a bordo di un’autovettura con altri tre individui, rilevatisi successivamente tutti di nazionalità albanese con precedenti di polizia, i quali venivano immediatamente controllati e sottoposti ad accurata perquisizione personale e veicolare. A seguito degli accertamenti di rito espletati presso gli Uffici del Commissariato Distaccato di P.S. di Ariano Irpino (AV) il cittadino albanese è stato associato presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino (AV).

L’adozione dei citati servizi, che saranno predisposti con cadenza periodica, interessando anche altri territori della provincia  ritenuti sensibili,  complessivamente ha consentito di:

  • controllare 220 veicoli
  • identificare 326 persone delle quali 59  con pregiudizi di polizia;
  • contestare 3 violazioni al Codice della Strada;
  • eseguire il fermo amministrativo di un veicolo

Articoli correlati

Rifiuti, Irpiniambiente taglia del 50% il costo dell’umido. Risparmi per 7 milioni di euro

Giuseppe Aufiero

Euro falsi: scattano 24 misure cautelari

Redazione Inveritas

Monteforte, si brucia e diserba a tutte le ore! Zero rispetto delle ordinanze

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto