Avellino e provinciaEnogastronomiaEventi

Pasta. Come riconoscere la qualità

La “pasta” è il piatto italiano per eccellenza, ma come si fa a riconoscere una pasta di alta qualità? Ecco il 1° Corso di Formazione per il riconoscimento della pasta di qualità.

ROCCA SAN FELICE (Av). A questo quesito ci risponderà presto il CEO & Direttore Generale del pastificio artigianale irpino Antica Maccaroneria, Giancarlo Caiazzo insieme ad altri esperti del settore come giornalisti, cuochi e critici enogastronomici ma anche colleghi del settore. Una tavola rotonda per interrogarsi sulla “qualità di una pasta artigianale”.

L’Antica Maccaroneria è andata anche oltre il rispondere alla domanda sulla qualità della pasta. Infatti ha creato un vero e proprio evento su questo alimento che ha intitolato, proprio: “Come riconoscere una pasta di qualità” in programma per lunedì 12 giugno a partire dalle ore 9.30 della mattina presso i locali dello stesso pastificio.

In realtà trattasi di un intera giornata dedicata alla “pasta” un occasione per amplificare i riflettori e dare la giusta importanza anche attraverso l’approfondimento dell’argomento. Insomma un evento nell’evento fatto di tanti momenti che vedranno anche la partecipazione di vari artigiani della zona che in qualche modo entrano in connessione con questo prezioso emblema italiano: la pasta. Come un artigiano di utensili in terracotta piuttosto che un produttore di vino che da sempre sposa la pasta!

Come riconoscere una pasta di qualità

Tema, quello della qualità punto focale della giornata quale “formazione”. Infatti il pastificio ANTICA Maccheroneria si è reso complice e disponibile per dare vita al 1° Corso di Formazione sulla Pasta insieme agli Chef, ben 60. Agli chef ovviamente saranno illustrati tutti gli step salienti della produzione della pasta a partire dalla scelta dei grani sino al confezionamento. Gli chef dal canto loro ci illustreranno come scegliere e perché i vari formati di pasta al fine di esaltarne il condimento da loro ideato.

Gli invitati ed i collaboratori per questo evento sono davvero tanti per citarli tutti. Ma non possiamo non citare l’Associazione Italiani Cuochi , artefici di questo incontro. Intanto per i fortunati che partecipano ci si augura che siano gli ambasciatori della pasta di qualità e raccontino quanto appreso da questo primo incontro ravvicinato con la pasta artigianale dell’ANTICA MACCARONERIA e della Famiglia Caiazzo, mi piace sottolineare ha deciso di trasferirsi in Irpinia da Napoli per dar vita al loro sogno: la pasta, a partire da papà Michele!

Articoli correlati

SALERNO, AVELLINO E BENEVENTO. CONTROLLI DEI CARABINIERI DEI NAS NELLE MENSE SCOLASTICHE

Redazione Inveritas

𝐔𝐍 𝐆𝐈𝐔𝐃𝐈𝐂𝐄 𝐂𝐎𝐌𝐄 𝐃𝐈𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐀𝐍𝐃𝐀; A SOLOFRA SI PRESENTA IL LIBRO SU ROSARIO LIVATINO

Pietro Montone

ll Santo del giorno: Ss. Perpetua e Felicita

Rosaria Vietri

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto