Avellino e provinciaEnogastronomiaEventi

ENORME. Un piccolo salotto del vino artigianale

L’idea di un salone dei vini artigianali in Irpinia nasce intorno alle discussioni e alle riflessioni di un gruppo di vignaioli


GROTTAMINARDA. Il 18 e 19 giugno 2023, presso il Castello d’Aquino, si terrà la prima edizione di Enorme. Piccolo salone del vino artigianale. Questa manifestazione dedicata al mondo dei vini artigianali, la prima a svolgersi in Irpinia, ospiterà oltre 70 vignaioli che porteranno in degustazione le loro produzioni. Provenienti da diverse regioni d’Italia, e non solo, sono custodi di una agricoltura sostenibile, di tradizione e bellezza artigianale, di conoscenza, di innovazione figlia del saper fare.
L’idea di un salone dei vini artigianali in Irpinia nasce intorno alle discussioni e alle riflessioni di un gruppo di vignaioli, addetti del settore e conoscitori con l’obiettivo di colmare un vuoto in una zona – quella dell’Irpinia e del Sannio – con una grande vocazione vitivinicola, ma priva di uno spazio di condivisione. La necessità è quella di coniugare intenti, saperi, conoscenze e celebrare la terra, il territorio e le risorse che questa zona offre.
Enorme è, quindi, un incontro tra vignaioli, divulgatori e appassionati che si ritrovano in Irpinia per conoscersi, confrontarsi e dare un altro punto di vista sul vino. È un momento di crescita per le giovani e i giovani produttori supportati dall’esperienza di vignaioli che da tempo valorizzano i propri territori attraverso il lavoro in vigna e in cantina. È, infine, un’occasione per rafforzare il legame tra due aree vitivinicole di grande importanza: l’Irpinia e il Sannio.
Ad accogliere questa prima edizione è il Castello d’Aquino: un luogo affascinante, risalente all’Alto Medioevo, che domina le valli verdi che lo circondano e che, attraverso la realizzazione di nuovi progetti e nuove narrazioni, mette in comunicazione passato e presente.

Le aziende che hanno scelto di aderire (elenco in allegato) sono state selezionate tra quelle che seguono direttamente tutte le fasi produttive, dalla coltivazione della vite all’imbottigliamento e che utilizzano solo uve proprie o acquistate nello stesso territorio. La selezione si è orientata su quelle cantine che non utilizzano prodotti chimici di sintesi, erbicidi, fungicidi, sistemici ed organismi manipolati geneticamente, che fanno un utilizzo consapevole della solforosa SO2 e che non utilizzano elementi esogeni che possano distogliere dalla rappresentatività di un terroir.

  • Elenco Vignaioli
  • Dornach Patrick Uccelli Trentino Alto Adige Giuseppe Rinaldi Piemonte
  • Cascina Boccaccio Piemonte
  • Cascina degli Ulivi Piemonte
  • Tenuta Grillo Piemonte
  • Valli Unite Piemonte
  • Togni Rebaioli Lombardia
  • Casa Caterina Lombardia
  • Vigne del Pellagroso Lombardia Costadilà/Pedecastello/Ombretta Veneto Insolente Veneto
  • Tenuta l’Armonia Veneto
  • Azienda Agricola Sàgona Toscana Jacopo Stigliano Emilia Romagna Vino del Poggio Emilia Romagna Carlo Noro Lazio
  • Fra i Monti Lazio
  • Icaro Vino Lazio
  • La Gazzetta Lazio
  • Malauva Lazio
  • Poggio Bbaranèllo Lazio
  • Progetto SETE Lazio
  • Tomei Lazio
  • Collecapretta Umbria
  • Azienda Agrobiologica Aurora Marche Tenuta Ca’ Sciampagne Marche Vigne Cave Marche
  • Luca Bevilacqua Abruzzo Controvento Abruzzo
  • Emidio Pepe Abruzzo
  • Pistis Sophia Abruzzo
  • Podere San Biagio Abruzzo
  • Dornach Patrick Uccelli Trentino Alto Adige Giuseppe Rinaldi Piemonte
  • Cascina Boccaccio Piemonte
  • Cascina degli Ulivi Piemonte
  • Tenuta Grillo Piemonte
  • Valli Unite Piemonte
  • Togni Rebaioli Lombardia
  • Casa Caterina Lombardia
  • Vigne del Pellagroso Lombardia Costadilà/Pedecastello/Ombretta Veneto Insolente Veneto
  • Tenuta l’Armonia Veneto
  • Azienda Agricola Sàgona Toscana Jacopo Stigliano Emilia Romagna Vino del Poggio Emilia Romagna Carlo Noro Lazio
  • Fra i Monti Lazio
  • Icaro Vino Lazio
  • La Gazzetta Lazio
  • Malauva Lazio
  • Poggio Bbaranèllo Lazio
  • Progetto SETE Lazio
  • Tomei Lazio
  • Collecapretta Umbria
  • Azienda Agrobiologica Aurora Marche Tenuta Ca’ Sciampagne Marche Vigne Cave Marche
  • Luca Bevilacqua Abruzzo Controvento Abruzzo
  • Emidio Pepe Abruzzo
  • Pistis Sophia Abruzzo
  • Podere San Biagio Abruzzo
  • 2vite Campania
  • Aia delle monache Campania
  • ALE.P.A. Campania
  • Azienda Agricola Pizzillo Emanuele Campania Boccella Campania
  • Canlibero Campania
  • Cantina del Disordine Campania
  • Cantina Giardino Campania
  • Cantine Matrone Campania
  • Casa Brecceto Campania
  • Casa di Baal Campania
  • Casebianche Campania
  • De Beaumont Campania
  • Di Pietro Campania
  • Enoz Campania
  • Giovanni lannucci Campania
  • Gismondi Campania
  • I Cacciagalli Campania
  • Il Cancelliere Campania
  • Il Tufiello Campania
  • La Cantina di Enza Campania
  • Luigi Tecce Campania
  • Podere Veneri Vecchio Campania
  • Robb de Matt Campania
  • Salvatore Magnoni Campania
  • Tenuta Vincenzo Nardone Campania
  • Sang’ Campania
  • Vallisassoli Campania
  • Zampaglione Campania
  • Morasinsi Puglia
  • Guttarolo Puglia
  • Pantun Puglia
  • Camerlengo Basilicata
  • Musto Carmelitano Basilicata
  • Ripanero Basilicata
  • L’Acino Calabria
  • Le Quattro Volte Calabria Arianna Occhipinti Sicilia Cantina del Malandrino Sicilia Domaine Delettre Francia Mas Gomà Spagna
  • Ci saranno anche
  • Azienda Agricola Iumara – olio e miele Campania Berolà – distillati Campania
  • Maestri del Sannio – birra Campania
  • San Comaio – olio Campania
  • Torre Rivera – olio Puglia
Castello d’Acquino

Programma:

Domenica 18 e lunedì 19 giugno, dalle 10 alle 18.30, la manifestazione si svolgerà in banchi di assaggio con degustazione. Ad arricchire la proposta ci saranno l’Azienda Agricola Iumara con le produzioni di oli e miele, Berolà con i distillati, i Maestri del Sannio con le produzioni brassicole e le aziende San Comaio e Torre Rivera con gli oli.
Domenica 18 sarà, inoltre, possibile partecipare a due seminari con degustazione a cura di Giovanni Bietti. Musicista e divulgatore musicale con la passione del vino ha collaborato come degustatore con importanti testate, ha scritto i cinque volumi di “Vini Naturali d’Italia” – pubblicati tra il 2010 e il 2013 da Edizioni Estemporanee di Roma – il cui primo volume ha vinto il premio “Best Wine Guide in the World” nel 2011. I due seminari con degustazione sono a numero limitato e prevedono un ticket aggiuntivo.

  • Ore 12 seminario I grandi rossi da invecchiamento a cura di Giovanni Bietti con Daniela De Gruttola e Antonio Di Gruttola (Cantina Giardino).
  • Ore 15 seminario Fiano, un vitigno in filigrana a cura di Giovanni Bietti con Fortunato Sebastiano (Vignaviva).

Lunedì 19 alle ore 12 sarà possibile partecipare al laboratorio del gusto I Presidi Slow Food del territorio a cura della Condotta Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi. In degustazione ci saranno aglio dell’Ufita, broccolo aprilatico di Paternopoli, olio del Presidio da olive secolari, sedano di Gesualdo, pecorino Carmasciano e grano antico Marzellina. In abbinamento due grandi vini d’Irpinia.

CENA CON I VIGNAIOLI
La sera di lunedì 19, alla fine del salone, è prevista una cena insieme ai vignaioli presso il ristorante Al Fusillo d’Oro di Grottaminarda.

Per maggiori informazioni su produttori partecipanti, prenotazioni seminari, laboratorio e cena: https://www.enormevinoartigianale.it/

Articoli correlati

Il Santo del giorno: S. Domenico di Silos, monaco benedettino

Rosaria Vietri

Va a cercare funghi, trovato morto

Redazione Inveritas

Solofra addio al “Gregorio Ronca”! L’istituto diviso tra l’Amabile e il Rossi Doria

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto