Avellino e provinciaCronacaNEWS

Accusato di stalking ma era innocente. Infondate le accuse mosse dalla ex

L’imputato, G.E.S. difeso di fiducia dall’avvocato penalista, Rosaria Vietri, è stato assolto dal reato di Stalking, per non avere commesso il fatto, in quanto è stato provato che egli non contattava la sua ex compagna perché non accettava la fine della relazione ma perché voleva poter vedere il proprio bambino.

Dalla relazione di G.E.S. con la persona offesa era nato un bambino che l’imputato cercare di poter riconoscere e vedere, ovviamente la fine della relazione, con una gravidanza in corso, non rendeva la ex disponibile in tal senso al punto che ella denuncia per Stalking il padre di suo figlio.

Ed invero la persona offesa all’atto della denuncia aveva depositato dei messaggi, ovviamente una parte degli stessi, artando la realtà dei fatti che la difesa dell’imputato ha, con prove documentali, immediatamente smentito, provando così che la persona offesa aveva strumentalizzato le prove al fine di impedire al padre del bambino di poterlo vedere, il tutto per una mera vendetta.

Il Tribunale di Avellino, in composizione monocratica, ha accolto la tesi difensiva ed assolto l’imputato.

Articoli correlati

Auriemma (Uilm Campania): Regione si attivi per ottenere risorse programma Gol destinate alla formazione

Pietro Montone

Il Festival delle Radici approda a Castelfranci con “Spartenze”

GerEspo

GDF NAPOLI: AZIONE DI CONTRASTO AI PARCHEGGIATORI ABUSIVI. 47 SEGNALAZIONI CON 18 DENUNCE – VIDEO

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto