Avellino e provinciaLavoroNEWS

”Per una nuova stagione del lavoro e dei diritti” 

Sit-in presso lo spazio antistante la Prefettura di Avellino. Il corteo venerdì 12 maggio partirà da Viale Italia 40, presso la sede SPI Cgil, alle ore 10:30.

Sit-in lavoro e diritti. La manifestazione di riflessione e ovviamente di lotta, a favore dei diritti dei lavoratori è organizzata di concerto da: Spi Cgil, Auser Avellino e Feder Consumatori Avellino.

A darne notizia della manifestazione e le modalità  il segretario generale dei Pensionati Cgil Avellino Dario Meninno che ne spiega anche le motivazioni. Che dichiara: “corteo e Sitin per sostenere le richieste da parte dei sindacati e delle categorie nei confronti del Governo e del Sistema delle Imprese al fine di ottenere un cambiamento delle politiche industriali, economiche, sociali e occupazionali. Mentre per il nostro territorio diamo anche voce alle criticità, che vivono pensionati e non autosufficienti, legate a insufficiente assistenza sociale, politiche sanitarie inadeguate con visite dilatate nel tempo e criticità legate al DL Calderoli su Autonomia Differenziata“.

Sit-in e Corteo per i diritti e il lavoro

Ad Avellino il corteo che da Viale Italia,40 spazio antistante sede Provinciale SPI Cgil Avellino dalle ore 10:30 muoverà verso Corso Vittorio Emanuele per arrivare a fare Sit In nello spazio antistante la Prefettura di Avellino, sino alle ore 13:00.

Il Segretario Meninno rappresenta le motivazioni di questa attività, con la prospettiva di: ”Per una nuova stagione del lavoro e dei diritti” e dice:

”Verso manifestazione del 20 maggio a Napoli per sostenere le richieste da parte dei sindacati e delle categorie nei confronti del Governo e del Sistema delle Imprese al fine di ottenere un cambiamento delle politiche industriali, economiche, sociali e occupazionali invitando gli Avellinesi anche gli studenti a partecipare alle manifestazioni del 12 ad Avellino e di Sabato 20 Maggio a Napoli con i bus predisposti dal sindacato in vari paesi della provincia e anche dalla città di Avellino”
Di seguito i punti salienti delle mobilitazioni :

  • – Aumento degli stipendi e delle pensioni per contrastare l’aumento del costo della vita;
  • – Riforma del fisco, con una forte riduzione del carico su lavoro e su pensioni, tassazione extraprofitti e rendite finanziarie;
  • – Potenziamento occupazionale e dei finanziamenti al sistema sociosanitario pubblico per garantire il diritto universale alla salute e allo studio, maggiore sostegno alla non autosufficienza;
  • – Basta morti sul lavoro, contrasto alle malattie professionali e alla precarietà, centralità della sicurezza sul lavoro nel sistema degli appalti, eliminazione subappalti a cascata, lotta senza quartiere alle mafie e al caporalato;
  • – Riforma del sistema previdenziale;
  • – Politiche industriali e d’investimento verso la transizione ambientale e digitale, realizzando un nuovo modello di sviluppo con particolare attenzione al mezzogiorno e puntando alla piena occupazione.

Articoli correlati

Sant’Anna Patrona della Campania insieme a San Gennaro, anche Solofra aderisce alla petizione da inviare al Papa

Pietro Montone

Facciamo luce sull’endometriosi, a Forino Palazzo Caracciolo si illumina di giallo

Giuseppe Aufiero

Cade con lo scooter in tangenziale, è grave

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto