CampaniaNEWSSalute e benessereVarie

Regione Campania: ecco gli incentivi per la sostituzione degli impianti termici civili alimentati a biomassa legnosa con impianti a basse emissioni.

Nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro per l’adozione di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nella Regione Campania sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente e della tutela del mare, oggi MASE, la Regione Campania – Direzione Generale Difesa del Suolo ed Ecosistema – ha pubblicato con Decreto Dirigenziale n.157 del 16/03/2023 (rif. BURC n. 23 del 27/03/2023) il bando per l’erogazione di incentivi per la sostituzione degli impianti termici civili alimentati a biomassa legnosa con impianti a basse emissioni.

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto a integrazione del contributo riconosciuto dal Conto termico del Gestore Servizi Energetici (GSE) per lo stesso intervento. L’importo totale non potrà mai superare il 100% delle spese ammissibili e varierà in funzione della tipologia di apparecchio installato.

Possono presentare domanda di ammissione al contributo le persone fisiche che siano residenti in un Comune della Regione Campania, con priorità di accesso ai cittadini residenti nei territori che presentano alti sforamenti annuali del PM10, come indicato nel bando.

È possibile richiedere gli incentivi per la sostituzione di un camino aperto, di una stufa a legna/pellet o di una caldaia a biomassa con classificazione ambientale inferiore o uguale a 3/4 stelle con:

  • Impianti a biomassa di potenza termica nominale inferiore o uguale a 35 kW di Classe non inferiore 5 Stelle (termocamino, stufa, caldaia);
  • Pompe di calore;
  • Sistemi ibridi di potenza termica nominale inferiore o uguale a 35kW.

Ogni soggetto può presentare al massimo n. 2 istanze.

Per effettuare domanda di ammissione al contributo sarà necessario utilizzare il servizio digitale dedicato, denominato “Domanda incentivi sostituzione impianti termici civili alimentati a biomassa legnosa”, che sarà messo a disposizione sul Catalogo dei Servizi digitali di Regione Campania (https://servizi-digitali.regione.campania.it/) e sarà accessibile unicamente con identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o CNS (Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi) a partire dal giorno 28 aprile 2023.

La nuova procedura telematica è stata definita in collaborazione con l’Ufficio Speciale per la Crescita e la Transizione digitale e rientra nella strategia di trasformazione digitale di Regione Campania che prevede la progressiva digitalizzazione di tutti i processi e procedimenti amministrativi e la loro evoluzione in servizi accessibili on line e disponibili sul Catalogo dei Servizi digitali (https://servizi-digitali.regione.campania.it/).

Articoli correlati

Vasta operazione dei carabinieri: 10 provvedimenti per estorsione aggravata dal metodo mafioso

Redazione Inveritas

Il Santo del giorno: S. Gaudenzio di Brescia

Rosaria Vietri

“Noi ci abbiamo pensato ….. ti devi candidare a sindaco! “

GerEspo

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto