CampaniaCronacaNEWSVarie

Aveva messo su un allevamento di cani non autorizzato e per giunta rubava pure la corrente. Sequestrati 30 cani di diverse razze

four dogs on pink background

Nel corso di un controllo eseguito dai militari dell’Arma unitamente a personale dell’ENEL presso l’abitazione di un sessantatreenne di San Tammaro, dove era stato rilevato un consumo anomalo di energia elettrica, non è stato scoperto solo il furto di quest’ultima, ma anche l’esistenza di un vero e proprio allevamento di cani non in regola con le vigenti disposizioni in materia. L’uomo, in una delle pertinenze della struttura aveva realizzato dei box e delle gabbie, sia interni che esterni, dove ospitava 30 cani di varie razze, tra cui Boxer, Pastori Tedeschi, Maltesi, Bulldog e Barboncini, cinque dei quali risultati privi del previsto microchip identificativo. Nei box esterni sono stati trovati e sequestrati, da personale dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale Randagismo della ASL di Caserta, per i successivi controlli sanitari, un maialino vietnamita e due pecore. Nel corso dei controlli è stato altresì rinvenuto un mezzo escavatore risultato oggetto di furto. A carico dell’uomo, che è stato arrestato per furto di energia elettrica e denunciato in stato di libertà per ricettazione, è stata altresì elevata una sanzione amministrativa di 5000 euro, per inosservanza delle norme in materia di allevamento di animali.

Articoli correlati

Truffa dell’R.C.A.: 5 persone denunciate dai Carabinieri

Redazione Inveritas

Le pillole di Francesco Vitulano

Francesco Vitulano

La Finanza sequestra beni per oltre 150mila euro ad una impresa di trasporti per bancarotta fraudolenta

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto