Salerno e provinciaSport

La Salernitana beffa l’Inter al 90′. Continua da sei partite l’imbattibilità dei granata

La Salernitana strappa un punto all’Inter al 90’. Allo stadio Arechi finisce 1-1. Per i granata comunque è altro fieno in cascina. La 29a giornata di serie A si è prospettata non eccezionale nelle prime battute del match visto che i nerazzurri sono passati in vantaggio dopo sei minuti dal fischio di inizio e poi hanno sprecato diverse occasioni. Il goal del vantaggio di Gosens su sponda di Lukaku ha infatti dato spinta alla compagine milanese. Strepitosa la partita di Ochoa che si è opposto a tutti. Basti dire che l’Iter ha colpito due legni con Barella e Lukaku(a porta vuota) nella ripresa. Ma anche la Salernitana ha da recriminare con la sfortuna, o meglio, poca precisione visto che ha colpito una traversa con Dia a metà secondo tempo. Quando tutti pensavano che la compagine di mister Sousa aveva ormai il destino segnato è arrivato il gol nel pareggio. Al 90° un cross beffardo di Candreva che ha sorpreso Onana ha regalato il pari alla Salernitana. Per la squadra di Simone Inzaghi c’è tanto da recriminare per le occasioni sprecate, certo, ma la Salernitana ci ha creduto fino al fischio finale quando è stato l’ex di turno Candreva a punire l’Inter. Per Inzaghi un punto nelle ultime quattro partite. La Salernitana nel primo tempo va detto ha fatto quasi zero. Una sola conclusione di Coulibaly, con tiro centrale, parato facile di Onana. Sousa ha compreso e nel secondo tempo ha cambiato sistema di gioco inserendo Dia al posto di Bronn e passando al 4-2-3-1 che nel primo quarto d’ora ha creato qualche grattacapo in più all’Inter con la traversa di Dia su assist di Candreva. Per Sousa un altro pareggio (sono 5) da quando è in panchina, ma comunque un punto guadagnato.

IL TABELLINO

Salernitana (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc, Gyomber, Pirola (20′ st Troost-Ekong); Bronn (1′ st Dia), Coulibaly (20′ st Nicolussi Caviglia), Vilhena (35′ st Bohinen), Bradaric; Candreva, Kastanos (40′ st Botheim); Piatek. A disp.: Fiorillo, Sepe, Sambia, Lovato, Iervolino, Bonazzoli, Valencia. All.: Paulo Sousa.
Inter (3-5-2): Onana; Darmian, De Vrij, Acerbi; Dumfries, Barella (20′ st Gagliardini), Asllani (20′ st Brozovic), Mkhitaryan, Gosens (30′ st Dimarco); Lukaku (40′ st Dzeko), Correa (20′ st Martinez). A disp.: Handanovic, Botis, Bellanova, Zanotti, Bastoni, Carboni, Dzeko. All.: Inzaghi.
Arbitro: Fabbri – Assistenti: Marco Bresmes (sez. Bergamo) – Mauro Galetto (sez. Rovigo). IV Uomo: Giovanni Ayroldi (sez. Molfetta). Var: Luigi Nasca (sez. Bari). Assistente Var: Salvatore Longo (sez. Paola).
Marcatori: 6′ Gosens (I), 45′ st Candreva (S)
Ammoniti: Coulibaly, Nicolussi Caviglia (S); De Vrij, Gagliardini (I)

Articoli correlati

La città torna ad avere un suo complesso bandistico

Redazione Inveritas

La Polizia arresta pregiudicato per usura. Aveva prestato 250mila euro e ne pretendeva un milione e mezzo

Redazione Inveritas

Il comandante della legione carabinieri Campania a Salerno

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto