Avellino e provinciaCronaca

Solofra: conceria “cartiera” sequestrata. Emesse fatture fittizie per 20 milioni di euro

La Guardia di Finanza della tenenza di Solofra scopre un giro di fatture per operazioni di venti milioni. Ad emetterle una conceria della città conciaria che sostanzialmente operava da cartiera. La complessa ed articolata attività di indagine ha consentito di scoprire il tutto. Così oggi è stata data esecuzione ad un provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Avellino, su richiesta di questa Procura della Repubblica, con il quale è stato disposto il sequestro preventivo dell’azienda operante, come detto, nel settore del pellame. L’impresa cartiera ha emesso le fatture incriminate in meno di due anni.  L’azienda destinataria del provvedimento dell’autorità giudiziaria, allo stato delle indagini, risulterebbe essere amministrata in modo occulto da un imprenditore noto nel settore conciario, gravato da numerosi precedenti penali, mentre in realtà intestata a soggetto compiacente. Si tratterebbe di una donna che si sarebbe prestata a questa fittizia intestazione dei beni. L’azienda, su disposizione del Gip del tribunale di Avellino, è stata posta a sequestro preventivo ai fini della confisca e affidata ad un amministratore giudiziario. Sequestrati anche i conti correnti che erano nella disponibilità degli indagati.

Articoli correlati

Denunce, sequestri e patenti ritirate dai Carabinieri

Redazione Inveritas

La Guardia di Finanza sequestra una discarica abusiva di 2500 mq

Redazione Inveritas

Salerno: la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad una ordinanza cautelare

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto