CucinaRubrica della Pasqua

Marzo. Il mese tanto amato

Il mese dell’attesa come amo definirlo Amherst, Emily Dickinson in una delicata lirica del 1887. Ecco perché lo attendiamo con ansia Marzo

Marzo è il mese tanto amato, perché? Ovviamente per l’imminente arrivo della primavera ma non solo. Quindi un mese frizzante e stimolante che si lascia il freddo dell’Inverno alle spalle e già promette l’arrivo della bella stagione. La nuova stagione risveglia i nostri sensi con le sue lusinghe, predispone il nostro animo a un’attesa impaziente che mette il cuore in tumulto. Marzo un momento di rinascita per la natura terrestre e di rinnovamento per le nostre energie. In questo periodo, mentre nuovi virgulti fioriscono anche l’anima umana si predispone all’apertura, come un fiore in boccio.

Perché la primavera torna sempre e non tarda mai ad arrivare. È come una promessa racchiusa nel ciclo eterno delle stagioni. Come eterne sono le nostre tradizioni e tutto ciò che esse contengono, quali la gastronomia.

Marzo e le feste tradizionali

Oltre la bella stagione ci sono due feste ben radicate e festeggiate in tutt’Italia. Marzo è il mese della Festa della Donna (8 marzo) e della Festa del Papà (19 marzo). E non dimentichiamo che oggi siamo entrati in piena Quaresima e ad esser precisi oggi siamo alla sua seconda domenica. A me fa pensare che la Santa Pasqua è alle porte e a voi?

Marzo. Cosa attendiamo?

Come detto sin dall’inizio è il mese dell’attesa del cambiamento, ma cosa attendiamo? Attendiamo la Pasqua con tante tantissime sorprese. Infatti vorremmo coinvolgere le nostre lettrici ed i nostri lettori in una sorte di #caccia alla tradizione.

Vorremmo che inviaste a questo indirizzo c.cerrone@inveritas.news  un vostro piatto tipico del periodo pasquale con relativa foto. Che racconti delle vostre radici nonché ricordi, famiglia e ciò che vi piace raccontare. E per chi interessato siamo disposti ad intervistare per raccontare del paese d’origine.

Noi inizieremo questo tour in giro per l’intera regione Campania a partire dall’Irpinia. Visiteremo le cucine più famose ma soprattutto le cucine della gente. Vi aspettiamo numerosi.

Articoli correlati

Casa Federici: eleganza e innovazione a Montoro

Andrea Santaniello

Stop ai cibi sintetici, pronto il Decreto che ne vieta anche l’importazione

Carmela Cerrone

Polichetti, una nuova idea di pizza

Carmela Cerrone

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto