Avellino e provincia

Inquinamento falde, iniziano le verifiche. Le note di Montoro Democratica e Francesco Tolino

Tetracloroetilene in falda, parte la caratterizzazione.

Sulla caratterizzazione avviata nelle ore scorse ripotiamo le note del gruppo consiliare Montoro Democratica”. al via i lavori di caratterizzazione della falda idrica per capire ove eventualmente si annida il tetracloroetilene e se è presente nelle nostre acque profonde.
Questo sia sul territorio di Montoro, in diversi punti strategici, che sul territorio di Solofra. Nonostante i tempi biblici, assurdi ed inconcepibili, è sempre un fatto positivo che si facciano i lavori. Non è positivo attribuirsi meriti, che peraltro non ci sono. Bisogna tuttalpiù riportare i fatti nella loro cronologia storica. Fatti documentati e sempre riscontrabili ci dicono che questa triste storia del tetracloroetilene in falda, è emersa nel dicembre 2013. Basta vedere gli ultimi valori comunicati dall’Ente Gestore Alto Calore. Ha fatto seguito, la chiusura obbligata dei pozzi ed un incessante e continuo impegno per arrivare a rendere fruibile il pozzo di S. Eustachio, già bastevole per le nostre esigenze ed ottenere il finanziamento per il campo pozzi di Chiusa. Riattivata l’ordinaria erogazione idrica, si è partiti per il piano di caratterizzazione.
Il progetto fu approvato in Regione, dal Comune di Montoro, Sindaco Bianchino, dalla Provincia, rappresentata dall’ass. Delegato Giaquinto, dal Comune di Solofra, Sindaco Vignola, dall’Asl e Arpac. Successivamente a Napoli, presso la Regione Campania, fu firmata la Convenzione per la gestione dell’opera. Intanto, ritardi assurdi, verifiche sull’entità del finanziamento ed altro, spostavano in avanti il tempo. Finalmente ci siamo ed auspichiamo tutti che i tempi per ultimare questi interventi, siano ragionevolmente brevi. Certo, chi ha la responsabilità del governo locale, ha il dovere di impegnarsi, partendo da ciò che esiste ed è stato fatto. Serve questo e non altro. Lasciamo cadere presunti meriti che non ci sono e guardiamo avanti, guardando con realismo a ciò che dev’essere fatto. Su queste cose, noi, come gruppo consiliare, non accusiamo nessuno, ma sappiamo con certezza che ci sono responsabilità enormi e restiamo sempre in attesa di conoscere dove siano e da dove provengono. Questi guai non sono piovuti dal cielo ed arrivati per caso. Montoro, purtroppo conta molti casi di patologie molto gravi e reclama un ambiente sano e pulito, su cui tutti dobbiamo lavorare, senza rincorrere primati, ma nella certezza che ogni ritardo su questi temi, dall’inquinamento dell’acqua e dell’aria, come per la depurazione, c’è di mezzo la salute dei cittadini. Noi rivendichiamo più informazioni al cittadino, più impegno collegiale, più partecipazione e lotta serrata, senza fare sconti a nessuno sui ritardi assurdi- conclude il gruppo consiliare Montoro Democratica”. E di seguito la nota di Francesco Tolino ex vice sindaco di Montoro: “

Tetracloroetilene in falda, parte la caratterizzazione.

Uno dei punti su cui mi sono impegnato di più negli anni scorsi, consapevole della straordinaria importanza delle attività che vanno a salvaguardare la salute.

Era il mese di gennaio 2014 quando le analisi sulla qualità dell’acqua evidenziarono la presenta in falda di tetracloroetilene, un inquinante potenzialmente cancerogeno.

Nove anni e svariati incontri, riunioni e confronti in Regione dopo, hanno preso il via le operazioni legate al piano di caratterizzazione.

Un intervento da due milioni di euro finanziato è gestito dalla

Regione Campania, sotto la supervisione di Arpac.

La ditta che si è aggiudicata l’intervento effettuerà controlli sulle matrici ambientali acqua e suolo tra Solofra e Montoro per individuare l’origine della contaminazione da tetracloroetilene

l’attuale presenza in falda.

Si capirà così come e se effettuare la bonifica.

Articoli correlati

La Madonna delle Grazie: un momento di devozione e gioia per Aiello del Sabato

Redazione Inveritas

Avellino, scovati in cella uno smartphone, un microtelefono e numerose spranghe di ferro

Redazione Inveritas

Atripalda, medico e infermiere aggrediti durante un soccorso

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto