CampaniaCronaca

Sequestrati 60 milioni di euro ad un imprenditore

L’accusa: sarebbe legato a clan e gruppi camorristici

I carabinieri del Ros di Napoli e i militari dalla Guardia di Finanza di Caserta hanno effettuato un sequestro di beni per 60 milioni di euro. Nel mirino degli investigatori è finito un imprenditore del casertano ritenuto legato al clan Belforte di Marcianise e al gruppo Zagaria del clan dei Casalesi. Sequestrati all’uomo, gestore tra l’altro di una catena di supermercati con 21 punti, conti correnti, quote societarie e beni strumentali. Il decreto di sequestro è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Le indagini svolte dai carabinieri del Raggruppamento Operativo Speciale e dai finanzieri di Marcianise sotto il coordinamento dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

Articoli correlati

Immigrati clandestini, controlli lungomare Trieste

Redazione Inveritas

Controlli straordinari dei Carabinieri della Compagnia di Montella in occasione della sagra di Bagnoli Irpino.

Redazione Inveritas

Dispersi in montagna ritrovati e tratti in salvo

Redazione Inveritas

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto