CampaniaSalute e benessere

Medici di base sempre meno!

doctor during surgery

Arriva la proroga in pensione a 72 anni

  • Mancano i medici di base e per sopperire alla prossima emorragia che rischia di lasciare senza copertura decine e decine di comuni nel “Milleproroghe” è stato presentato ed approvato un emendamento voluto da Fratelli d’Italia. Con lo stesso si consente la proroga di due anni per i settantenni. Giusto per dare qualche numero,  sono all’incirca 1700 i medici di base in Campania che tra poco taglieranno il traguardo dei 70 anni. 1700 professionisti che se andassero in pensione, in poco meno di un anno, lascerebbero centinaia di piccoli comuni privi di assistenza di prossimità. Una piaga soprattutto per i comuni delle aree campane più disagiate come l’entroterra irpino, beneventano e salernitano. Ma il pericolo, nonostante l’emendamento approvato, non è del tutto scoraggiato, infatti i medici di medicina generale convenzionati con le Asl e i pediatri di libera scelta dovranno essere loro a scegliere se restare o andare in pensione. Non sarà quindi una scelta dettata dalle ASL ma una decisione che ogni dottore eserciterà volontariamente. Restare al proprio posto per altri due anni potrebbe significare l’arrivo di nuovi camici bianchi dopo che questi hanno completato i corsi di formazione previsti e la Regione Campania completate, per canto suo, le graduatorie, pratiche burocratiche e quanto altro. Tempi che in passato sono stati elefantiaci, causa anche il deficit, e che sommati all’imbuto creato nella formazione con il numero chiuso per accedere alle università ha portato all’impoverimento che si registra oggi con decine e decine di piccoli comuni sprovvisti di medici di base. Nei comuni dell’entroterra campano ha significato il dover percorrere decine e decine di chilometri per una visita o una semplice ricetta. E pensare che per queste ultime c’è stato finanche qualche politico che ha proposto di abolire le de materializzate istituite durante l’emergenza sanitaria covid. Anche questa ultima per fortuna ha ottenuto una proroga al 2025 e si auspica, in una società moderna, venga resta permanente. Per la cronaca, la proposta di far restare altri due anni in servizio non è stat accolta con entusiasmo da alcuni sindacati e ordini professionali provinciali, ma l’approvazione dell’emendamento al “Milleproroghe” che permetterà ai medici di famiglia di andare in pensione a 72 anni invece che a 70. Un primo passo per cercare di tamponare l’emergenza legata alla carenza di professionisti.

Articoli correlati

Pronto soccorso di Eboli al collasso: la denuncia della Fials provinciale

Redazione Inveritas

INCIDENTI SUL LAVORO, SOSTEGNO AI FIGLI DELLE VITTIME DALLA REGIONE

Redazione Inveritas

Brucellosi: la Regione Campania incontra le Associazioni di categoria, passi in avanti

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto