Avellino e provinciaLa Campania e le sue bellezze da visitareVarie

Turismo in Alta Irpinia: al via la prima rete di imprese

Sostenibilità, qualità, innovazione: sono i tre elementi sui quali si fondano gli obiettivi strategici della nascente Rete di Imprese Alta Irpina – Rete Turistica. E’ stato firmato a Lioni il preliminare di contratto di rete tra 8 aziende.

Si tratta di F.lli Capasso di Lioni, Lioni Gestione SRL di Lioni, Impresa Agricola Capasso Annachiara di Lioni, Azienda Agricola Bucolica Iossa di Montemarano, Lacenolandia Sas di Bagnoli Irpino, Competiello Mario di Sant’Angelo dei Lombardi, CCF Sas di Montella, Società Agricola la Perla Verde di Villanova del Battista.

Il progetto è fortemente voluto Ettore Mocella, presidente di Confartigianato Avellino e Confartigianato Campania, dall’onorevole Giuseppe De Mita, con il supporto tecnico di Vittorio Ascione dello Studio Ascione di Napoli, coordinato da Sonia Cerullo.

Lo scopo è quello di far crescere, individualmente e collettivamente, la capacità innovativa e la competitività nonché la qualità dei servizi offerti sul mercato delle aziende partecipanti alla rete. Si punta allo sviluppo di progetti di rete aventi ad oggetto “la promozione della nascita di un sistema territoriale che organizzi le attività economiche, i beni materiali ed immateriali e le risorse naturali ed umane, con l’obiettivo di creare una “Nuova destinazione turistica“, fortemente orientata al mercato ed idonea a stabilizzare la domanda attraverso la destagionalizzazione dei flussi ed a valorizzare le potenzialità del territorio”.

Per tale ragione le imprese aderenti hanno inteso che l’accrescimento della propria capacità competitiva nel mercato turistico debba passare attraverso il rafforzamento – e per certi versi la costruzione – di una proposta organica, altamente qualificata, strutturata, flessibile e innovativa della realtà territoriale all’interno della quale operano, individuando come proprio obiettivo principale quello di definire un prodotto e una destinazione turistica unitariamente percepibile dal mercato e nel mercato;

In questa prospettiva le imprese aderenti al preliminare intendono anche andare alla ricerca di ulteriori soci della futura rete per rafforzare e implementare il sistema territoriale. Sono già in corso colloqui con aziende del settore che porterà successivamente alla stesura e alla firma del Contratto di rete definitivo.

“E’ stato compiuto un passo avanti importante – dichiara Ettore Mocella – Il preliminare con le prime otto aziende rappresenta una tappa fondamentale di un percorso innovativo verso una concreta attività di promozione del territorio e delle sue peculiarità. Un progetto che parte da lontano, da uno studio attento, che ora vede finalmente la luce”.

Articoli correlati

Montoro, esenzione Irpef: ok in commissione

Giuseppe Aufiero

BAIANO: la Polizia di Stato trae in arresto  un 47enne e un 27enne per rapina

Redazione Inveritas

Attesa per la tappa di Pandola della Via Crucis figurata itinerante di Mercato San Severino

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto