Bit & ByteNEWSVarie

Scoperto nuovo ransomware “Cactus” un virus in continua mutazione per eludere i controlli di sicurezza


Negli ultimi anni, i ransomware sono diventati una delle minacce informatiche più pericolose e diffuse. Questi tipi di malware crittografano i dati delle vittime e richiedono un riscatto per la loro decrittazione. Di recente, è stato scoperto un nuovo ransomware chiamato Cactus, che presenta caratteristiche uniche e sofisticate per eludere i controlli di sicurezza. Il ransomware Cactus si distingue per la sua capacità di auto-criptarsi e mutare continuamente per sfuggire ai software di sicurezza. Questa caratteristica rende estremamente difficile per gli strumenti antivirus rilevare e bloccare il virus. Inoltre, Cactus utilizza tecniche avanzate di distribuzione e infezione per penetrare nei sistemi delle vittime. Una volta all’interno del sistema, il ransomware inizia a crittografare i file dell’utente, rendendoli inaccessibili. Successivamente, il malware richiede un riscatto, solitamente in cripto valuta, per fornire la chiave di decrittazione necessaria per sbloccare i file. Se la vittima non paga entro un certo periodo, il riscatto può aumentare o i file possono essere persi definitivamente. Per proteggersi dal ransomware Cactus, è fondamentale adottare una serie di misure preventive. Queste includono:

Mantenere aggiornati i software e i sistemi operativi: Installare regolarmente gli aggiornamenti di sicurezza può aiutare a proteggere il sistema dalle vulnerabilità sfruttate dai malware come Cactus.

Utilizzare un software antivirus affidabile: Un buon software antivirus può rilevare e bloccare le minacce informatiche, anche se Cactus può essere difficile da individuare a causa della sua capacità di auto-criptarsi. Effettuare backup regolari dei dati: Avere copie di backup dei propri dati è fondamentale per poter ripristinare i file in caso di infezione da ransomware.

Evitare di aprire allegati sospetti o cliccare su link non attendibili: Molti ransomware, incluso Cactus, si diffondono tramite email di phishing o siti web compromessi. Formazione degli utenti: Educare gli utenti su come riconoscere e prevenire le minacce informatiche può ridurre significativamente il rischio di infezione da ransomware. Conclusione

Il ransomware Cactus rappresenta una minaccia significativa per la sicurezza informatica a causa della sua capacità di mutare e eludere i controlli di sicurezza. Tuttavia, adottando misure preventive e seguendo le migliori pratiche di sicurezza, è possibile ridurre il rischio di infezione e proteggere i propri dati.

Articoli correlati

Definizione agevolata delle entrate regionali, dal 15 ottobre il via all’opportunità

Redazione Inveritas

Mercato San Severino, verso la conclusione i lavori di via Faraldo. Stop ai disagi

Redazione Inveritas

Le pillole di Francesco Vitulano

Francesco Vitulano

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto