CampaniaCronacaSalerno e provincia

TRUFFA SUPERBONUS 110% LA FINANZA SEQUESTRA OLTRE DUECENTO MILA EURO NEI CONFRONTI DI UNA SOCIETÀ DI COSTRUZIONI

Nella mattinata odierna, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, nei confronti di una ditta edile. Il provvedimento, eseguito dai Finanzieri della Compagnia di Vallo della Lucania, è scaturito all’esito di un controllo edilizio effettuato su un immobile il cui proprietario aveva ottenuto il cd “superbonus 110%”, richiesto per lavori di ristrutturazione.
Le indagini, eseguite dalle Fiamme Gialle Vallesi unitamente al locale Reparto Carabinieri Forestali, hanno permesso di accertare difformità edilizie rispetto alla Cilas (cioè il nuovo titolo abilitativo introdotto dal decreto semplificazioni per snellire le procedure burocratiche per i lavori agevolati oggetto di richiesta del “superbonus”) presentata in Comune. In particolare, veniva constatata l’illegittimità del titolo edilizio, fatto quest’ultimo che per legge preclude la possibilità per qualsiasi cittadino di accedere ai benefici dell’agevolazione in parola, essendo l’immobile, nel caso di specie, gravato da abusi edilizi. Le successive perquisizioni eseguite nei confronti del proprietario dell’immobile, dei tre tecnici asseveratori della pratica, di un consulente fiscale (che ha apposto il visto di conformità necessario alla concessione del credito) e della società, hanno permesso di rinvenire tutte le fatture emesse dalla ditta di costruzioni per i lavori di ristrutturazione in realtà mai eseguiti.
Per garantire il recupero delle somme indebitamente percepite, la Procura della Repubblica ha emesso un decreto di sequestro preventivo di urgenza del profitto del reato, per un importo di oltre 200 Mila euro corrispondente alla quantità dei crediti monetizzati

Articoli correlati

Perseguita l’ex scattano i domiciliari e il braccialetto elettronico

Redazione Inveritas

7 anni investita e uccisa dalla madre

Redazione Inveritas

Morti sospette al Ruggi di Salerno, ispettori ancora al lavoro

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto