Avellino e provinciaCronaca

Montefalcione, si verifica l’origine del rogo all’azienda Donnachiara. La titolare, non abbiamo mai ricevuto minacce

Nessuna pista viene esclusa sull’incendio che ieri, poco dopo mezzogiorno, ha semi distrutto il deposito dell’azienda vitivinicola “Donnachiara” a Montefalcione. Il tempestivo intervento delle squadre dei vigili del fuoco arrivate dal Comando provinciale di Avellino e dal distaccamento di Montella ha impedito al rogo di estendersi alle strutture produttive e alla cantina. Forse alla base del rogo un corto circuito ai pannelli solari. Si stanno analizzando anche le immagini delle telecamere a circuito chiuso. Come di legge in una nota ANSA, la titolare

“Ilaria Petitto, ceo di Donnachiara e vice presidente del Consorzio di tutela dei vini d’Irpinia, ha riferito agli investigatori del Comando provinciale dei carabinieri di non aver mai ricevuto pressioni e, ancor meno, esplicite minacce estorsive. Resta teoricamente in piedi l’ipotesi dell’avvertimento, ma al momento l’ipotesi prevalente resta quella della causa accidentale. Nella tarda mattinata gli investigatori acquisiranno le immagini del sistema di video sorveglianza”.

Articoli correlati

Lesioni e offese, per una coppia scatta il divieto di avvicinamento

Redazione Inveritas

Falsi incidenti: smantellata una banda. In tre in manette

Pietro Montone

Scontro tra tre veicoli in autostrada, in ospedale madre e figlia

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto