CampaniaCronaca

Falsi incidenti: smantellata una banda. In tre in manette

Complici periti, medici e avvocati. Rubavano anche auto che smontavano e rivendevano

Truffano le assicurazioni con falsi incidenti e grazie ad una rete di complicità che vedeva coinvolti periti, medici ed avvocati. In tre sono finiti nei guai. Arrestati G. G. 37 anni, M. N. 51 anni, e S. G. 24 anni: per i primi due il gip di Napoli ha disposto l’arresto in carcere. Al più giovane dei tre invece i militari dell’arma hanno notificato un provvedimento cautelare ai domiciliari.  Disposto anche un sequestro di oltre 38mila euro perché un familiare avrebbe intascato indebitamente, dal 2021, il “reddito di cittadinanza”. I tre sono accusati anche di aver ideato una serie di furti e rapine di autovetture. In alcuni casi, e le indagini partite da una denuncia presentata lo hanno confermato, anche ai danni di persone ricoverate in ospedale, fingendosi parcheggiatori abusivi. Gli ospedali in cui erano ricoverati i pazienti erano il Policlinico e il Santobono. Dalle denunce dei derubati sono partite le indagini dei carabinieri della stazione di Napoli Marianella. Le auto rubate sono poi  state smontarne e rivendute a pezzi.

Articoli correlati

Concluso HospitalitySud, il salone dedicato all’hotellerie e all’extralberghiero con 2.000 presenze alla Stazione Marittima di Napoli

Pietro Montone

Morte Antonio Dello Russo, c’è l’archiviazione. Carabinieri prosciolti

Giuseppe Aufiero

Rischio usura e fenomeni illegali per le imprese

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto