CampaniaCronaca

Appalti truccati: nei guai ex consigliere regionale e funzionari di società e enti pubblici.

La Guardia di Finanza di Napoli, oggi, ha eseguito nove misure cautelari ed eseguito un sequestro per 700 mila euro. Corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente in pubblici appalti, finanziamento illecito dei partiti sono le accuse mosse nei confronti dei nove finiti in una inchiesta della Procura di Napoli. Tutto sarebbe nato da alcuni episodi che stando agli investigatori si sarebbero verificati per pilotare appalti sia presso la Sma Campania, società in house della Regione Campania, che presso il comune di Napoli. L’inchiesta è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Napoli, coordinata dai pm Henry John Woodcock ed Ivana Fulco. Tra le accuse mosse vi è anche quella di aver versato somme di denaro per la campagna elettorale di un consigliere regionale, candidato alle elezioni politiche del 2018 per il rinnovo dei membri della camera dei deputati. L. P. è proprio uno dei tre finiti in cella così come disposto dal gip Antonio Baldassarre. Stessa sorte per A.S. e C.S. funzionari a vario titolo della società in house finita a centro dell’inchiesta. Gli arresti domiciliari sono stati disposti per A. C.

Articoli correlati

BENEVENTO: LA GDF ESEGUE DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO DI EURO 338.000 AD UNA SOCIETA’ DI COMPUTER E TELEFONIA

Redazione Inveritas

Non si ferma all’alt dei carabinieri, la sua fuga termina impattando contro un veicolo in sosta. Arrestato

Redazione Inveritas

Monteforte Irpino: In carcere in 36enne denunciato dai Carabinieri per evasione

Redazione Inveritas

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto