CampaniaCronacaSalerno e provincia

Carcere di Salerno, ancora una aggressione. Situazione incandescente dietro le sbarre

Resta ad alta tensione il carcere di Salerno dove continuano a susseguirsi episodi di violenza. Anche ieri sera nel penitenziario di Fuorni c’è stata una aggressione di un detenuto nei confronti di un Assistente Capo della Polizia Penitenziaria. “Al Poliziotto, unico presente in servizio in quel momento nella sezione detentiva, – riferisce Orlando Scocca, FP CGIL Campania per la Polizia Penitenziaria – è stata data una settimana di prognosi per i colpi ricevuti alle spalle e sulla nuca da un detenuto che voleva tentare anche una improbabile fuga. A soccorrere il Poliziotto sono stati per primi i detenuti presenti che hanno assistito all’aggressione e che hanno bloccato l’aggressore, altrimenti le conseguenze sarebbero state molto più gravi. Ufficialmente il carcere di Salerno soffre un sovraffollamento del 130% senza contare però i posti che non sono disponibili per ristrutturazioni e danneggiamenti che farebbero alzare la percentuale. Il personale di Polizia Penitenziaria che pure, sulla carta, non ha particolari problemi di carenze di organico, tra piano ferie, assenze per prognosi da ferimenti, è in oggettiva difficoltà”.

Articoli correlati

Giovane speleologa si infortuna in grotta a Corleto Monforte. Operazione di recupero in corso da parte del Soccorso Alpino

Redazione Inveritas

Non si ferma all’alt: inseguito, fermato e denunciato

Pietro Montone

Due sorelle finiscono in cella, accusate di un furto avvenuto a San Marino

Pietro Montone

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto