CronacaSalerno e provincia

Morti sospette al Ruggi di Salerno, ispettori ancora al lavoro

Ispettori ancora al lavoro al Ruggi per accettare le responsabilità eventuali di alcune morti sospette che hanno scosso non poco l’opinione pubblica. A controllare fascicoli e quanto altro sono cinque funzionari ministeriali e due carabinieri dei Nas. Le morti sospette sono avvenute nei mesi scorsi e sulle stesse, ricordiamo, indaga anche la Procura della repubblica dopo le denunce presentate dai familiari dei pazienti deceduti. A sollecitare l’intervento degli ispettori anche il senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone. L’ispezione come l’inchiesta della magistratura ha sotto la lente tre decessi. Uno riguarda un neonato, avvenuto poco dopo le dimissioni dal reparto di pediatria, il secondo il 68enne colpito da infarto durante la Tac, dopo aver atteso diverse ore al pronto soccorso e l’ultimo la morte di un neonato venuto alla luce privo di vita. Ma nel mirino vi sarebbero pure i casi A questi di una sessantunenne in ginecologia, dopo un intervento chirurgico di asportazione dell’utero e quello di una mamma ventenne, che circa un mese fa si era sotto- posta a parto cesareo.

Articoli correlati

Sorpreso con un coltello, denunciato trentenne

Redazione Inveritas

AVELLINO: CONTROLLI DELLA FINANZA NELLE SALE SCOMMESSE, TROVATE SLOT IRREGOLARI

Redazione Inveritas

GUARDIA DI FINANZA SALERNO: SEQUESTRATI CIRCA SESSANTA CHILI DI MATERIALE ESPLOSIVO. DUE ARRESTI

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto