Avellino e provinciaCronaca

Vicenda Gimmelli, chiesta l’archiviazione

Riceviamo e pubblichiamo

Quale difensore della Sig.ra Y. F. vittima di una brutale aggressione da parte del Sig. Gimmelli Giacomo Giammarco che il 15.11.2018 uccise brutalmente Z.C., fidanzato di di Y.F. e poi colpì alla gola la predetta, che solo grazie al suo istinto di sopravvivenza, fingendosi morta, è riuscita a salvarsi, comunico che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, nella persona dei Pubblici Ministeri, Dott.ssa P. Galdo e del Dott.Vincenzo Toscano, hanno presentato richiesta di archiviazione. La richiesta di archiviazione arriva dopo una indagine capillare, attenta, e scrupolosa, dove non è stato trascurato nulla e tutti gli elementi, che anche la mia assistita, dopo i fatti è riuscita a fornire, sono stati vagliati, approfonditi e verificati, ma ciò nonostante resta unico autore del fatto Gimmelli. L’archiviazione è così motivata: “ è quindi di palmare evidenza che l’esito degli accertamenti medico legali ed investigativi rassegnano un’univoca possibile ricostruzione dei fatti che vede il Gimmelli agire, nella mattina del 15 novembre 2018, con due diverse violente aggressioni – da egli portate nei confronti delle due diverse vittime ovvero con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso in tempi diversi – l’una mortale allo Z.C. e l’altra con lesioni gravi alla F. Y. (…) non essendo emerso elementi che fanno ritenere che nella morte del Z.C. e nel ferimento di F.Y. vi siano altre persone coinvolte, va avanzata richiesta di archiviazione per estinzione del reato per morte del reo”. La famiglia di Y.F mio tramite ringrazia la Magistratura per il capillare e attento lavoro svolto e chiede massimo riserbo affinché questo evento così traumatico possa ora essere superato ma soprattutto far si che guariscano le ferite dell’anima perché a dispetto delle ferite fisiche guarite, quelle dell’anima ancora sanguinano e fanno male. Tanto si doveva.

Avv. Rosaria Vietri

Articoli correlati

Morto sul lavoro a Scafati, il monito Gigi Vicinanza (Cisal Metalmeccanici): “Subito un vero confronto con tutte le organizzazioni sindacali per frenare questa emorragia di sangue in provincia di Salerno”

Alberto De Stefano

L’Avellino al Partenio – Lombardi cerca di recuperare punti contro il Monopoli

Redazione Inveritas

Avevano truffato di 3700 euro una anziana con la scusa del pacco da consegnare al nipote e una volta scoperti l’avevano anche spintonata e strattonata; la squadra mobile li ha incastrati.

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto