Avellino e provinciaCronaca

Truffe online, i carabinieri di Montella denunciano due persone dopo la denuncia delle vittime

I Carabinieri della Stazione di Montella, prendendo spunto dalla denuncia sporta da una ragazza, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un 35enne della provincia di Caserta per “Truffa”.
Nel corso delle indagini eseguite dai militari, sono emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti dell’uomo che aveva pubblicato su un noto sito online un annuncio per la vendita di una console per videogiochi.
L’inserzionista, grazie al prezzo conveniente, era riuscito a persuadere la potenziale acquirente che, convinta che si trattasse di un buon affare, non aveva esitato ad effettuare l’acquisto, pagando 400 euro mediante ricarica su carta prepagata. Ma, ricevuta la somma pattuita, il proponente non ha consegnato la console e si è reso irreperibile.
A seguito di mirate indagini, i militari sono riusciti ad identificare il presunto truffatore che è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.
Per il medesimo reato, i Carabinieri della Stazione di Chiusano San Domenico hanno denunciato un 60enne della provincia di Cosenza: un cittadino, dovendo acquistare del pellet per riscaldamento, era stato attratto da un’offerta pubblicata su un sito online, effettuando il pagamento di 100 euro mediante bonifico bancario.
Anche in questo caso, riscosso il denaro, il presunto venditore si è reso irreperibile omettendo di consegnare la merce.
Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.

Articoli correlati

Il 29 ad Avellino la “Grande notte del commercio” con musica, artisti di strada e tante novità

Redazione Inveritas

Anziana sola trovata morta

Redazione Inveritas

Estorsione aggravata dal metodo mafioso: i Carabinieri identificano e arrestano un 32enne

Redazione Inveritas

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto