Avellino e provinciaCronacaSalerno e provincia

Case a luci rosse scoperte ad Avellino, Benevento, Salerno e Napoli. In otto finiti agli arresti

Case a “luci rosse” scoperte ad Avellino, Benevento, Salerno e Napoli. Dal centro di partenopeo gestivano il giro di prostituzione, anche in altre città italiane, due sorelle ore finite in cella. Insieme a loro nei guai altre quattro persone ristrette ai domiciliari. Tutta l’attività era pubblicizzata usando siti internet di annunci a sfondo sessuale. A emettere i provvedimenti la Procura di Benevento. Le due sorelle arrestate sono di nazionalità cinese e residenti a Napoli mentre le altre quattro persone due sono della Valle Telesina e altre due di nazionalità asiatica risiedono a Napoli. anche questi ultimi residenti nel capoluogo partenopeo. Associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione, coltivazione di sostanza stupefacente del tipo marijuana, furto, alla ricettazione, sostituzione di persona, favoreggiamento della permanenza illegale nel territorio dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ed infine indebita percezione del reddito di cittadinanza le accuse loro rivolte. L’indagine è stata avviata nel settembre 2020. Tutto era gestito dalle sorelle come il luogo dove aprire le case di appuntamento gli spostamenti delle donne che si prostituivano e tra l’altro trattenevano i loro documenti. Le case di appuntamento erano in province di Benevento, Avellino, Salerno, Sassari e Cosenza. Gli indagati avrebbero tratto profitto dalla coltivazione di marijuana, tanto che nel febbraio 2021 a Puglianello venne individuato un opificio industriale all’interno del quale furono sequestrati 1350 piante in vegetazione e 54 chilogrammi di sostanza già essiccata. Nell’inchiesta risultano coinvolte altre otto persone di nazionalità italiana, indagate a vario titolo in stato di libertà, sia quali partecipi all’associazione a delinquere, alla quale assicuravano supporto logistico.

Articoli correlati

Neonato muore dopo un intervento chirurgico. I genitori presentano una denuncia. Disposto l’esame autoptico

Redazione Inveritas

SaSABi, il nuovo traguardo di GB Agricola

Carmela Cerrone

“Anche i santi hanno i brufoli”, a Solofra lo show comico che fa del bene

Giuseppe Aufiero

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Utilizziamo i cookie per una esperienza ottimale di utilizzo. Accetta Leggi tutto